Macchie


Le lesioni pigmentate più comuni da foto invecchiamento sono le lentiggini o “macchie solari” o "senili": la natura superficiale di queste lesioni le rende bersaglio dei trattamenti non invasivi della luce pulsata intensificata, IPL.

Il fascio luminoso interagendo con il melanosoma lo elimina e con esso la macchia, per questo è necessario sottoporsi al trattamento con un certo intervallo dall’esposizione al sole e senza abbronzatura.
Durante il trattamento la lunghezza d’onda della luce è calibrata affinché sia assorbita solo dai melanosoma della macchia indesiderata, innalzando la temperatura per generare l’esplosione del pigmento. Quindi le cellule bersaglio vengono distrutte senza ledere i tessuti circostanti.
Nelle settimane successive il pigmento viene rimosso dall’organismo, senza lasciare né tracce né la macchia.
L’effetto su macchie congenite, tipo caffè latte o sul melasma, che hanno melanociti attivi sono meno responsive al trattamento.

Non vi sono tempi di recupero o convalescenza, ma di solito sono necessari più trattamenti intervallati da 3 settimane.
Raramente possono risultare eritema transitorio o lieve ipopigmentazione locale, per lo più transitoria.


Laser
Q Switch
CO²
Erbium: YAG
Nd: YAG


Luce pulsata
Fotoringiovanimento
Couperose
CHIEDI AL DOTTORE